“Terra Promessa”: lo spettacolo (scritto, diretto e recitato da me, che si è tenuto sabato 19 novembre al Salone Sterna di Quarona) è stato l’ennesimo successo: il pubblico è stato molto attento, nonostante la difficoltà del tema, che richiedeva la capacità di andare oltre i propri pregiudizi e mettersi nei panni di persone dal colore diverso della pelle. Non sono mancate le lacrime e gli applausi. Ma la soddisfazione più grande è stata la condivisione dei valori portati avanti da questo spettacolo: pace, solidarietà e ospitalità, contro i pregiudizi ed il razzismo purtroppo presenti nella nostra società. Gli attori sono stati meravigliosi, hanno lavorato duramente, si sono emozionati e hanno conseguentemente emozionato nuovamente il Salone Sterna. Invito la popolazione non solo di Quarona, ma di tutte le altre città, a partecipare sempre più numerosi a questi spettacoli, a riflettere insieme su questi temi caldi ma spesso fraintesi, ad andare a vedere un teatro di qualità.

Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a rendere questo spettacolo non solo recitativamente emozionante ma anche tecnicamente suggestivo attraverso le scenografie (ideate da me e realizzate con l’aiuto di Dianora Ricotti e Maria Letizia Bertini, che ha presentato la serata) e l’audio e le luci (il mio grande amico e tecnico Marco Pimazzoni)

Ringrazio per le foto Camilla Zali e Franco Sandri, per il trucco e parrucco Luciana Lou Gallotta e Giada Bertone.

Grazie mille Franco. Quando due arti, come il teatro e la fotografia, si incontrano, si crea davvero qualcosa di meraviglioso. 

Joyce Conte